Loading the content...

Terapia dell'infrarosso, il sole addosso.

Scoperti nel 1800 da un astronomo inglese, i raggi infrarossi non sono visibili a occhio nudo (all’interno dello specchio luminoso la banda a infrarossi è quella che immediatamente vicina alla bada rossa della luce visibile), sono raggi a bassa frequenza e capaci di emettere calore.

Proprio quest’ultima caratteristica ne ha favorito l’applicazione in campo medico ed estetico.
Gli infrarossi, infatti, sono usati in riabilitazione, per contrastare contratture e dolori muscolari e preparare il muscolo a massaggi e trattamenti di fisioterapia.


Questo perché, direzionati sulla zona da trattare
- riscaldano in profondità
- ciò determina una dilatazione dei vasi sanguigni presenti nella zona trattata
- viene favorita così maggiore circolazione sanguigna locale e, di conseguenza
- una maggiore ossigenazione dei tessuti, che si rigenerano.


Si aggiunge, inoltre, un effetto stimolante sulle terminazioni nervose, che riduce il dolore e rilassa la muscolatura.
Sono quindi indicati per il trattamento dei dolori alla cervicale, per artrosi cervicale e lombare, per le contratture muscolari e per il trattamento delle piaghe da decubito.
Utili per malattie da raffreddamento, per affezioni dell'orecchio, naso e gola.


Possono essere usati anche a casa, sfruttando le ore notturne e dormendo sui sistemi di riposo Biorytmic  o Bioplus perché, trattandosi di raggi sostanzialmente innocui, richiedono solo un po’ di buon senso: per esempio, vanno evitati in tutte quelle situazioni in cui il calore non favorisce la guarigione muscolare ma anzi può peggiorare la situazione.


È Il caso dei traumi o delle infiammazioni acute (come artriti acute): in questi casi è facile rendersi conto che il muscolo o l’articolazione interessati sono già caldi e non devono essere ulteriormente riscaldati.
Gli infrarossi ti fanno anche bella: nei centri estetici, infatti, vengono utilizzati, da soli o in combinazione con altri trattamenti, per contrastare i “cedimenti” della pelle. Il calore sprigionato dai raggi stimola la produzione di nuovo collagene, con un benefico effetto, nel tempo, sull’elasticità e sul tono cutaneo e anche sulle rughe. Anche in questo caso si può agire con lampade specifiche, casalinghe: ad esempio da usare dopo l’applicazione di una crema idratante (o anche antirughe) per facilitarne la penetrazione e migliorarne l’efficacia.

 

 





Mobile version: Enabled
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni